Riunito il Consiglio Regionale di Basilicata

Un momento della seduta consiliare regionale

Potenza. Il consiglio regionale di Basilicata ha approvato ieri a Potenza quattro proposte di legge all’unanimità. La prima ha modificato il testo unico che regola il termine iniziale e finale della decorrenza dell’ indennità di carica dei consiglieri. La seconda, su proposta di Fierro (Udc), che prevede l’ Istituzione dell’Osservatorio Scientifico regionale per la salvaguardia del patrimonio etno-antropologico della Basilicata, con sede a Chiaromonte. La terza, di iniziativa dei consiglieri Mollica (gruppo misto) e Loguercio (Psi), modifica invece la legge regionale sulla tutela e gestione delle aree protette in Basilicata che regolamenterà alcune attività del Parco di Gallipoli – Cognato. La quarta, prima firmataria la consigliera Mastrosimone (Idv), istituisce un sistema regionale di prevenzione e cura del diabete mellito e delle malattie endocrino metaboliche. Rinviato in commissione invece il disegno di legge sulla Normativa sugli appalti per il rispetto della clausola sociale. Respinta la mozione Lapenna, centro destra, che chiedeva l’impegno della quarta Commissione Consiliare Permanente a svolgere un indagine conoscitiva per analizzare i ritardi nell’ attuazione della riforma del Servizio Sanitario regionale. Approvato invece, con la astensione di Pagliuca (Pdl) il disegno di legge sulle nuove norme di indirizzo per la razionalizzazione e l’ammodernamento della rete distributiva dei carburanti che prevede anche l’ attuazione delle norme di liberalizzazione dell’ accesso all’ attività di distribuzione di carburanti in rete. Approvato, sempre a maggioranza il rendiconto per l’esercizio finanziario 2008 dell’ Azienda regionale per il diritto allo studio universitario di Basilicata. Ratificata invece una delibera di Giunta regionale riguardante l’ individuazione di una nuova area con finalità di protezione civile nel Comune di Potenza. Infine è stato approvato il programma di reinvestimento per il 2009 dei proventi derivanti dalla vendita degli alloggi di edilizia residenziale pubblica. Autorizzata inoltre la riduzione del programma costruttivo nel Comune di Pisticci.

 

Share Button