I programmi di “Sinistra e Libertà” in provincia di Matera

Il simbolo di Sinistra e Libertà

Il simbolo di "Sinistra e Libertà"

MATERA –  Si organizzano le forze politiche territoriali in vista delle consultazioni elettorali delle Regionali lucane e delle Comunali materane, in programma nella prossima primavera. Ieri mattina è toccato ai vertici provinciali di “Sinistra e Libertà” presentare alla stampa le iniziative e le intenzioni politico-programmatiche da elaborare con la popolazione nei prossimi mesi. In una conferenza stampa svoltasi presso la Provincia di Matera, dove la coalizione composta da “Movimento per la Sinistra, “Sinistra democratica”, “Verdi”, “Socialisti” ed “Uniti per la Sinistra” conta sulla presenza in Giunta dell’assessore alle Reti ed Infrastrutture, Rondinone, e sul consigliere Santochirico, presenti all’incontro, il coordinatore Rocco Rivelli ha spiegato che “Sinistra, ecologia e libertà”, questa la dicitura esatta, nasce per far fronte ad una crescente domanda di sinistra vera in ambito nazionale e, conseguentemente, anche in Basilicata, e di un impegno concreto in temi cruciali per lo sviluppo virtuoso del territorio, come quelli energetico, sanitario, scolastico, dell’isolamento ma, innanzitutto, della disoccupazione. Questioni che saranno pubblicamente affrontate in una serie di appuntamenti imminenti ed in programma nel Materano per raccogliere idee ed adesioni che portino anche alla designazione di delegati dal basso, in vista dell’assemblea nazionale in programma a Napoli nel prossimo dicembre. Presto, nei Comuni del Materano, apriranno i battenti anche i primi circoli. Quanto ad un possibile scenario di alleanze in chiave elettorale, “Sinistra e Libertà” non ha somme tirate, ma soltanto l’intenzione di avviare un confronto pulito, chiaro e corretto con la compagine di centrosinistra, al fine di verificare eventuali corrispondenze programmatiche e politiche ben esplicitate, che possano giustificare un appoggio futuro. Sulle Comunali materane si pensa innanzitutto al confronto con pezzi di società civile e di sinistra rimasta in piedi ed al recupero di temi destrutturati dall’ormai ex-Giunta Buccico, come le Politiche sociali, la Cultura e l’Urbanistica. Sulle Regionali, invece, occorre ancora confrontarsi, considerato che allo stato attuale “Sinistra e Libertà” non ha neanche rappresentanze in Giunta. Ciò a cui si ambisce è una Basilicata migliore dopo la crisi e, in questo senso, si articolerà un colloquio, comunque possibile, col PD. Quanto agli assetti del governo provinciale ed ai possibili allargamenti ad altre forze da accogliere in maggioranza, come ipotizzato giorni fa, “Sinistra e Libertà” è molto scettica. Non saranno accettate aperture di giunta se non tramite previa condivisione di programmi ed un dibattito aperto che coinvolga anche il territorio.

Share Button