450mila euro per i bambini di Taranto con le t-shirt della Toffa

Da qualche giorno sul conto corrente dell’Azienda sanitaria locale di Taranto vi sono 450 mila euro. Sono il frutto della gara di solidarietà dei fan del progetto “Ie Jesche Pacce pè Te!!”. Si partirà da questa consistente cifra, eccezionale risultato della raccolta fondi benefica avviata lo scorso inverno, per la costruzione del primo nucleo del reparto di pediatria oncoematologica dell’ospedale SS. Annunziata di Taranto. Intanto, nei giorni scorsi, Santo Casto, il presidente della onlus ’Arcobaleno nel cuore’, l’associazione di volontariato che – assieme agli Amici del Mini Bar- ha promosso la raccolta fondi, ed il direttore generale dell’ASL TA, Stefano Rossi, hanno firmato il Protocollo d’intesa per il finanziamento di interventi diretti a sostenere l’attivazione di un Presidio Oncoematologia pediatrica all’interno del reparto di Pediatria del nosocomio tarantino. Lo scopo del protocollo è tenere acceso l’interesse e sostenere il reparto di Pediatria del SS. Annunziata, rispetto al quale lo stesso piano regionale di riordino ospedaliero, ha previsto l’istituzione di 5 posti letto di oncologia pediatrica in collegamento con il policlinico di Bari.

La somma di denaro raccolta, attraverso la distribuzione della famosa maglietta con la scritta fucsia – oltre 35 mila pezzi venduti-, consentirà la copertura del pagamento degli stipendi dei due pediatri da assegnare al reparto ospedaliero per un periodo di due anni e di realizzare inoltre attività di screening a favore dei bambini di Taranto e provincia, nonché altre attività collegate allo scopo del protocollo. Al termine dei 24 mesi, qualora l’ASL Taranto decida di effettuare assunzioni a tempo indeterminato dovrà farlo a suo carico.
E’ già noto, anche se non è ufficiale, il nome di uno dei due pediatri che assumeranno l’incarico, si tratta della dottoressa Roberta Koronica (ha realizzato una esperienza di 4 anni in un centro specializzato), da luglio la specialista potrebbe prendere servizio a Taranto.

Intanto, la raccolta fondi andrà avanti sino a settembre, si approfitterà – spiegano i responsabili del progetto- degli eventi estivi organizzati nelle località turistiche, il calendario degli appuntamenti è infatti fitto soprattutto nei week end di luglio ed agosto. Vi è un altro obiettivo da realizzare: l’ ambulatorio pediatrico di prevenzione oncologica (dove saranno effettuati gli screening) al quartiere Tamburi, presso gli uffici ASL di via Basta. Inoltre, se la raccolta estiva dovesse andare come previsto – ma, questo è un obiettivo un tantino più ambizioso- potrebbe esservi un’altra sorpresa su cui per ora vi è riserbo. Insomma, la voglia di fare e di far bene non manca, come pure la determinazione e la passione che ha spinto i promotori della raccolta ed i tanti volontari che da mesi continuano a prestare i loro tempo, trascurando famiglie ed affetti per essere presenti ovunque vi sia un’opportunità per far conoscere il progetto. Certamente è stato determinante l’apporto della conduttrice Nadia Toffa che ha lanciato la maglietta nera con la scritta fucsia, indossandola in tv, il suo volto simpatico e aperto, unito alla credibilità delle Iene, hanno dato una sorta di benedizione alla catena della solidarietà.
A settembre ci sarà una grande festa finale con tutte le associazioni – di volontariato e sportive, sono un centinaio circa- che hanno contribuito alla raccolta fondi attraverso la organizzazione di appuntamenti sportivi ed attività di animazione, e la Iena, Nadia Toffa, sarà la madrina della festa.

(comunicato stampa)

Share Button