Licenziamenti Asl Taranto, interrogazione dei consiglieri Pentassuglia e Liviano

La revoca parziale della DG n.757 del 22 giugno 2015 da parte del direttore generale della Asl di Taranto, Stefano Rossi, con la quale, di fatto, vengono licenziati gli operatori sanitari con incarico a tempo determinato è al centro di una interrogazione urgente che i consiglieri regionali Gianni Liviano (Esp) e Donato Pentassuglia (Pd) hanno presentato al presidente del Consiglio regionale, Mario Loizzo, e per conoscenza al presidente della giunta regionale, Michele Emiliano.

I due consiglieri, nella loro interrogazione, chiedono di sapere se, innanzitutto, il comportamento utilizzato dalla direzione della Asl “è condiviso dalla giunta regionale e dal Consiglio” o se, al contrario, Giunta e Consiglio non pensino che lo stesso “sia lesivo dei diritti soggettivi accumulati dai singoli lavoratori e riconosciuti da sentenze del Tribunale di Taranto”.

Liviano e Pentassuglia, inoltre, si chiedono anche se, di fronte a quanto determinatosi con la decisione della Asl di Taranto, non ci sia il rischio che “tali determinazioni possano alimentare un contenzioso sia da parte di quei lavoratori che impugneranno la risoluzione del rapporto di lavoro, sia da parte dei “nuovi precari” che saranno chiamati a sostituire i lavoratori licenziati;” e se questo atteggiamento e comportamento “rischia di impoverire ulteriormente il già esiguo numero di operatori sanitari in servizio presso la Asl Taranto”.

(comunicato stampa)

Share Button