Ilva, Tomaselli: “Pronti a usare tecnologie avanzate”. Emiliano: “Siamo indietro su nastri trasportatori e parco minerale”

“Esistono ad oggi condizioni tecnologiche e impiantistiche in grado di garantire quello che le leggi prevedono e che la città di Taranto chiede, ovvero il rilancio industriale dell’azienda con vincoli che diano risultati il più avanzati possibile”. Così il senatore Tomaselli della X Commissione Industria del Senato, intervenuto nella conferenza stampa di chiusura delle due giornate a Taranto, culminate nella visita ai reparti dello stabilimento. Visita cui ha preso parte anche il presidente della Regione Puglia Michele Emiliano.

L’affermazione del senatore fa scattare una domanda: è possibile affermare che le tecnologie di cui si parla, porteranno l’Ilva a non inquinare più? “Non possiamo non immagine un’Ilva che non rispetti le normative nazionali e comunitarie in tema di emissioni e rispetto dell’ambiente”, risponde.

Intanto il presidente Emiliano descrive quanto visto nel corso dell’ispezione: “Non so se ci abbiano fatto vedere tutto. Abbiamo chiesto una integrazione. Abbiamo comunque capito che ci sono impianti ancora indietro: i parchi minerali e i nastri trasportatori ad esempio del minerale sono ancora molto indietro”.

Share Button