Nel materano due daspo: nel 2015 aggredirono un arbitro del settore “Giovanissimi”

Nell’intervallo di una partita del campionato “Giovanissimi”, il dirigente accompagnatore della squadra ospite e un “tifoso” entrarono nello spogliatoio dell’arbitro per minacciarlo: il 21 marzo 2015 il giovane direttore di gara (minorenne) fu anche colpito dal supporter (riportando ferite giudicate guaribili in quattro giorni) e fu costretto a interrompere la partita tra il Tursi e il Pisticci Marconia.

Nei confronti dei due aggressori, ora, la Questura di Matera ha emesso due provvedimenti di Daspo (il divieto di assistere a manifestazioni sportive): per tre anni per il dirigente (ora 25enne) e per cinque per il tifoso 40enne. Un altro Daspo per tre anni è stato emesso nei confronti di un giocatore di una squadra di calcio a cinque di Bernalda (Matera) che lo scorso 9 gennaio, in una partita del campionato regionale di serie C1, colpì con un violento pugno il portiere della squadra avversaria. Per entrambi gli episodi di violenza, sono in corso i procedimenti penali. (ANSA).

Share Button