Il Consiglio dell’ordine avvocati di Potenza: “dichiarazioni di Davigo offensive”

Le dichiarazioni del presidente dell’Anm, Piercamillo Davigo, sul “ruolo degli avvocati all’interno dei Consigli giudiziari” sono “del tutto gratuite e offensive per l’Avvocatura, ed esprimono una visione corporativa del sistema Giustizia”.

E’ la posizione espressa, all’unanimità, dal Consiglio dell’Ordine degli avvocati di Potenza. Nella nota si precisa che il riferimento è “alla possibilità che agli avvocati sia riconosciuto il diritto di partecipare con il proprio voto alle valutazioni di professionalità dei magistrati”: il Consiglio dell’Ordine degli avvocati ha quindi spiegato che “il presidente dell’Anm non tiene conto che l’Avvocatura è parte essenziale della giurisdizione, e in concreto, contribuisce alla quotidiana gestione delle strutture giudiziarie, supplendo alle croniche carenze con proprie risorse materiali ed umane”. Le dichiarazioni di Davigo, quindi, “offendono non solo le istituzioni forensi, ma soprattutto il lavoro e il ruolo di quegli avvocati che, con spirito di servizio, partecipano da anni ai Consigli giudiziari”: gli avvocati potentini auspicano infine che “il Ministro della Giustizia e l’Anm mantengano ferme le loro affermazioni” assicurando “criteri che garantiscano efficienza, qualità e trasparenza”. (ANSA).

Share Button