Marò. La sentenza del tribunale dell’Aja sul rientro di Girone, tra circa un mese

Sarà resa nota tra circa un mese la decisione dei cinque giudici del Tribunale arbitrale internazionale sulla richiesta italiana di far rientrare in patria il marò Salvatore Girone e farlo rimanere per tutta la durata dell’arbitrato tra Italia e India.

Lo apprende l’ANSA all’Aja dove domani si aprirà l’udienza sulla richiesta di “misure provvisorie” a tutela del Fuciliere di Marina, ma non ancora sul merito dell’arbitrato chiesto da Roma per dirimere la controversia con Delhi sulla giurisdizione dell’incidente della Enrica Lexie.

L’Italia esporrà le proprie motivazioni per il rientro di Girone domani nella sessione mattutina davanti al collegio arbitrale, riunito nel Palazzo della Pace. Nel pomeriggio toccherà alla parte indiana. Giovedì, sempre di mattina, l’Italia presenterà le proprie repliche alle posizioni di Delhi, che a sua volta risponderà nel pomeriggio.

Share Button