Ilva a Taranto. Coordinatore regionale di Forza Italia Vitali: “siderurgico è nevralgico bisogna salvarlo”

“L’Ilva va salvata: l’acciaio è nevralgico per l’Italia e la Puglia merita ogni sforzo utile in questa direzione”. Così il coordinatore regionale di Forza Italia, Luigi Vitali, durante il convegno ‘Ilva e sistema impresa in Puglia’, organizzato da Fi.

“Un problema reale: perché in altri Paesi non è stata sanzionata la società che ha gli stessi insediamenti?”, ha proseguito Vitali. “È ancora: che rapporto c’è tra magistratura ed economia? È lecito chiederselo. Se si pensa di affrontare il problema scagliando contro il potere legislativo che cerca di lenire le conseguenze delle sue stesse leggi, allora il sistema va in tilt. Non so che rapporto ci sia tra economia e magistratura, ma certamente non condivido l’approccio della politica che tampona gli effetti della sua stessa attività. Dobbiamo evitare di svendere le produzioni agli stranieri, quando siamo all’avanguardia e non possiamo permetterci di perderle perché sono strategiche. Non ci possiamo nascondere. C’è una esigenza e la politica lo deve dire con chiarezza: l’Ilva è strategica per l’Italia. Gli imprenditori italiani potrebbero acquisire lo stabilimento di Taranto per non disperdere un valore straordinario. Meritiamo un dibattito serio in Parlamento ed anche Emiliano deve promuoverlo”.

“Per noi – ha concluso – la produzione di acciaio è nevralgica e va salvata con l’apporto di imprenditori italiani esperti del settore. Ci sono mille modi per farlo ed io ne sono convinto”.

Share Button