Bari. Crostatina alla muffa nella mensa di una scuola materna, indagini in corso

Il Comune di Bari ha avviato verifiche sul caso della merendina aggredita dalla muffa somministrata ieri in una scuola materna durante il servizio mensa.

“Se quanto ci è stato segnalato oggi dovesse risultare vero – dice l’assessore comunale alla Pubblica istruzione Paola Romano – non esiteremo a prendere i dovuti provvedimenti nei confronti dell’azienda che gestisce il servizio di mensa scolastica nelle nostre scuole”, la Ladisa spa. La società in un comunicato spiega che la vicenda “riguarda una crostatina confezionata e sigillata, fornita da una azienda italiana certificata e distribuita da Ladisa spa”. La stessa società precisa, inoltre, che fornisce il servizio mensa e provvede alla mera distribuzione di prodotti acquistati da propri fornitori certificati e qualificati in confezioni singole già sigillate”. “Dopo l’alert giunto dagli uffici interni aziendali – aggiunge l’azienda – questa mattina è stata attivata la procedura interna di autocontrollo che ha comportato l’immediato ritiro di tutto il lotto del prodotto interessato che, precisiamo, era in corso di validità e presentava scadenza nel marzo del 2016”. “Si fa presente – conclude – che le segnalazioni hanno riguardato pochi casi su un lotto di circa 96mila pezzi. Nessuna responsabilità, o tantomeno irregolarità, può essere imputata a Ladisa Spa”. (ANSA).

Share Button