Sono 8.188 le imprese commerciali in provincia di Potenza che resistono alla crisi

POTENZA – Con 8.188 imprese commerciali che resistono alla crisi, di cui 5.405 sono esercizi al dettaglio, 1.655 all’ingrosso, la provincia di Potenza chiude anche il terzo trimestre sotto il segno meno con 81 attività che hanno abbassato la saracinesca; il fenomeno di nati-mortalità è comunque limitato a 34 imprese.

Lo riferisce Confcommercio Imprese per l’Italia Potenza sulla base di una rielaborazione su scala provinciale della rilevazione condotta da InfoCamere a partire dai dati del Registro delle Imprese delle Camere di Commercio Italiane.

Dati – sottolinea Confcommercio – che confermano la fase di stagnazione che sta colpendo il nostro sistema produttivo frenando la spinta a fare impresa e facendo aumentare le attività economiche che portano i libri in Tribunale. Non si sottovaluti un altro fenomeno: le imprese commerciali in provincia di Potenza che risultano iscritte sono superiori a quelle attive, vale a dire sono 8.805; questo – rileva Confcommercio – evidenzia che alcune centinaia di titolari di negozi ed attività prima di chiudere e di affrontare la dolorosa fase di cessazione se non la fase di fallimento vogliono pensarci su e magari aspettare tempi migliori con la speranza di ripresa. Il tema chiave, per dare nuove gambe allo sviluppo, è creare le condizioni – come evidenzia Unioncamere – per far ripartire il mercato interno, dal cui rallentamento dipendono le sorti di tante nostre imprese, e sostenere il coraggio e le aspirazioni di tante persone, soprattutto giovani, che vorrebbero mettersi in proprio. Per questo, occorre puntare con decisione sulle politiche attive per il lavoro, per far sì che le energie imprenditoriali del Paese possano tradursi in nuove iniziative economiche: un ambito nel quale le Camere di commercio sono particolarmente impegnate, anche attraverso un Network di 87 Sportelli per il sostegno all’imprenditorialità giovanile su tutto il territorio nazionale. Intanto siamo fortemente impegnati a sostenere quei coraggiosi titolari di imprese del commercio che vanno avanti tra tante difficoltà quotidiane.

Share Button