Bari, è “Sestre” il progetto vincitore della prima tappa di Resto al Sud

Portare la dieta mediterranea e le sue proprietà nutrizionali sulle tavole attraverso integratori con formulazioni personalizzate in base ai target di riferimento. E’ il progetto “Sestre”, una startup pugliese, il vincitore della prima tappa dell’iniziativa Resto al Sud Hackathon Tour, svoltatosi a Bari nel Balab dell’Università degli studi Aldo Moro.

Le creatrici del progetto innovativo sono due sorelle di Trinitapoli, Sabrina e Silvia Fiorentino, farmacista e nutrizionista, che si sono aggiudicate dei servizi per l’accrescimento delle competenze e l’internazionalizzazione del business presso partner anche internazionali per un valore di 7mila euro. La competizione, promossa da Invitalia, agenzia per lo sviluppo, puntava a valorizzare progetti in ambiti prioritari, ma non esclusivi come salute e Welfare, Ambiente, Turismo Sostenibile, Agritech e Foodtech.

Share Button