ArcelorMittal, Di Maio: “Lo scudo penale non c’entra, qualcuno fa il furbo”

“Non c’entra nulla lo scudo, c’entra il fatto che qui qualcuno vuole fare il furbo”. Così il ministro degli Esteri Luigi Di Maio parla, in diretta su Facebook, della vicenda Acelor Mittal. “Non possiamo accettare – dice – che dall’oggi al domani se ne vanno, non posso accettare la campagna stampa contro i 5 Stelle sullo scudo, il sistema è contro il movimento”.

“Quando un imprenditore si impegna su un progetto, se gli vanno male le cose, lo Stato non lo salva, il problema è suo. E’ per loro che dobbiamo farci rispettare e farli rimanere a Taranto. Se hanno problemi occupazionali si seggano a un tavolo e troviamo una soluzione”.

Share Button