Ex Ilva, sindacati: “Governo assuma atti forti ed inequivocabili”

“Dobbiamo scongiurare che a pagare il prezzo delle scelte scellerate di azienda e politica siano sempre i lavoratori. Dobbiamo evitare lo spettro dell’ulteriore cassa integrazione e chiediamo con forza il risanamento ambientale e la salvaguardia occupazionale”. Lo scrivono Fiom, Fim e Uilm, su ArcelorMittal considerando “le prossime ore decisive per il futuro di migliaia di lavoratori. L’incontro di oggi tra il presidente del Consiglio Conte e le organizzazioni sindacali, con la presenza dei segretari generali di Cgil, Cisl e Uil, rappresenta un’occasione importante per impegnare il governo ad assumere atti forti e inequivocabili in difesa del futuro del polo siderurgico più importante d’Europa”.

Share Button