Ex Ilva, Fim Cisl proclama lo sciopero immediato: “Inaccettabile la decisione di Arcelor Mittal”

Il sindacato respinge la procedura di “restituzione” degli impianti e dei lavoratori all’amministrazione straordinaria

Una decisione giudicata “assolutamente inaccettabile” dalla Fim Cisl, quella della multinazionale dell’acciaio ArcelorMittal che ha consegnato la procedura dell’ex articolo 47, che di fatto restituisce all’amministrazione straordinaria gli impianti dello stabilimento e 10.700 lavoratori, senza attendere l’incontro con il governo. Da qui, lo sciopero di 24 ore indetto dalla Fmi Cisl “per consentire – aggiungono i sindacati – la messa in sicurezza degli impianti. Rimane inteso che la stessa mobilitazione è un primo segnale in merito a quanto accaduto non escludendo ulteriori iniziative”.

 

Share Button