Indotto Arcelor Mittal: in corso incontro task force lavoro in Prefettura

E’ in corso negli uffici della Prefettura di Taranto una riunione della task force regionale per l’occupazione sulla vertenza dei 201 lavoratori del gruppo Castiglia di Massafra (Taranto) per i quali termina oggi la procedura di licenziamento avviata dopo il passaggio dell’appalto per le pulizie industriali dello stabilimento ArcelorMittal ad altre aziende. Sono presenti i sindacati e alcune aziende appaltatrici, ma non i rappresentanti di ArcelorMittal, secondo quanto riferisce l’assessore allo Sviluppo economico della Regione Puglia, Cosimo Borraccino. I lavoratori della Castiglia rischiano il posto o la riassunzione a condizioni peggiorative con trasformazione del contratto da metalmeccanico a multiservizi.
“Niente da fare, la grande industria – commenta in una nota il vicesindaco di Taranto Paolo Castronovi – non ce la fa
proprio a collaborare. Un’altra occasione persa da ArcelorMittal per provare a invertire quella percezione negativa che si
consolida ogni giorno di più nella città che ospita la fabbrica”. Il senso “di responsabilità e la ragione – aggiunge – ci impongono di continuare a cercare il dialogo” ma “la fiducia tentenna, inutile nasconderlo, e segnali confortanti non ne arrivano da nessuna delle grandi presenze industriali, Eni compresa”. Il Comune, conclude Castronovi, intende “continuare
ad accelerare sulla transizione ecologica in Ecosistema Taranto supportata già da alcune delibere della giunta; una transizione
che è assolutamente incompatibile con presenze così ingombranti, poco collaborative e mute. Ribadiamo ove mai ve ne fosse ancora bisogno che siamo in maniera convinta accanto ai lavoratori ed alle imprese”.

Share Button