Petrolio, in Regione Basilicata nuovo incontro tra vertici Total e società compartecipate per avvio Tempa Rossa

“È una trattativa lunga e complicata dove la controparte dovrà replicare alla nostra unica richiesta”.

Cosi l’assessore Lucano all’ambiente Gianni Rosa, come breve dichiarazione a margine dell’incontro, ancora in corso presso la sala Verrastro della Regione Basilicata, insieme ai vertici Total e delle i rappresentanti di Mitsui E&P Italia e Shell Italia, che detengono il 25% del progetto Tempa Rossa.
il nuovo centro oli e relativo giacimento di greggio nella valle del sauro sono ormai pronti a partire ma per dirimere la questione bisognerà approfondire il tema occupazionale con manodopera da impiegare proveniente dai territori interessati dalla produziine di greggio.
“Chiaramente si è discusso dei numeri” – ha precisato Rosa, rimandando ogni commento al termine del faccia a faccia. Secondo tema, gia noto, la richiesta di compensazioni ambientali, particolarmente avvertito negli ultimi anni, e rispetto agli accordi del 2006, la prospettiva data da investimenti futuri in settori diversi da quello petrolifero.
Presenti intorno al tavolo, oltre al governatore Vito Bardi e l’assessore alle Attività Produttive, Franco Cupparo, anche il direttore generale del Dipartimento Ambiente, Michele Busciolano, ed altre figure tecniche dell’Ente.
Il braccio di ferro, insomma, si sviluppa intorno alla richiesta ribadita dai sindacati e dai 13 sindaci oggetto della concessione Gorgoglione. Continuerà fino al nero su bianco a condizioni precise e attuabili.

Share Button