Lavoro e donne lucane, arriva il voucher di conciliazione

Il voucher di conciliazione per le lavoratrici che assistono bambini dai 3 ai 14 anni, persone non autosufficienti o con disabilità. Un contributo che andrà dai 1200 ai 2500 euro, con risorse del Programma Operativo regionale pari a un milione e mezzo di euro, a fronte dei precedenti 600mila euro. Si chiama Valore donna 2020 l’avviso pubblicato sul BUR della Regione Basilicata. Ci si può candidare online, tramite portale della Regione, alla sezione “Pubblicità legale-Avvisi e Bandi”. Il termine ultimo è il 30 settembre. Lo scopo è non solo aiutare le donne lavoratrici ma anche incentivare il lavoro femminile.

“Uno strumento costruttivo per limitare gli ostacoli alla ordinaria attività lavorativa delle donne lucane – commenta il segretario generale aggiunto CISL Basilicata, Gennarino Macchia – ma l’auspicio è anche che, grazie a questa misura, si possa raggiungere un altro obiettivo, indiretto: essendo necessaria, per accedervi, una documentazione valida, emergeranno più facilmente le situazioni di irregolarità”.

La delibera del Dipartimento alle Politiche di Sviluppo e lavoro è del 28 giugno scorso. Nel documento si parla anche di pari opportunità e di uguaglianza tra le donne e gli uomini, in termini di accesso al mondo del lavoro, di progressione nella carriera e di parità di retribuzione. Gap ancora in essere, non solo a livello regionale.

Share Button