Confesercenti lancia l’allarme del calo vendite al dettaglio, Lisurici scrive all’assessore Cupparo

Ancora una volta, i dati ISTAT, relativi alle vendite al dettaglio del mese di Giugno 2019, registrano un segno negativo del 1,6% per i negozi fino a 5 dipendenti, mentre il commercio elettronico cresce del 15,4%.

A ricordarlo in una nota il presidente della Confesercenti provinciale di Matera, Francesco Lisurici. “La Regione Basilicata” dichiara “è rappresentata, per oltre il 90%, da imprese fino a 5 dipendenti, di conseguenza, sono tutte, sempre più in difficoltà, poiché costrette a subire il radicamento, sempre più vistoso, delle vendite, da parte dei colossi del commercio elettronico”.

La richiesta all’assessore regionale alle Attività Produttive è quella di mettere in campo “misure, che vadano incontro alle piccole e micro imprese del territorio, facendo leva, al ministero dello sviluppo economico, affinché si possa studiare una sorta di zona franca urbana, per l’intera Basilicata, a favore delle imprese minori, fino a 10 dipendenti;
Inoltre, chiediamo l’impiego di maggiori risorse regionali, a favore di tutte le piccole imprese esistenti, che da anni rappresentano il tessuto produttivo della Basilicata”.

“Sappiamo bene” conclude Lisurici “che le piccole imprese, rappresentano, per il territorio, linfa vitale, oltre ad una sicurezza, per i territori stessi, in quanto, una desertificazione dei luoghi, rappresenta sicuramente un attacco alla sicurezza anche dei cittadini”.

 

Share Button