Basilicata: Approvato in seconda commissione consiliare assestamento bilancio triennale 2019-2021

La seconda commissione permanente del Consiglio regionale della Basilicata ha approvato all’unanimità la proposta di “Assestamento del Bilancio di previsione finanziario per il triennio 2019-2020-2021 del Consiglio regionale e riclassificazione di alcune voci del bilancio”.

I residui attivi definiti al 1 gennaio 2019, “che fanno registrare una diminuzione pari ad euro 641,38 rispetto alle previsioni iniziali, ammontano complessivamente a circa quattro milioni di euro”.

Le attività del Consiglio regionale nell’esercizio finanziario 2018 hanno fatto registrare un avanzo di amministrazione di circa 2,9 milioni di euro “in lieve aumento rispetto all’importo stimato in sede di bilancio di previsione per l’esercizio finanziario 2019. Su questo importo gravano vincoli per i trasferimenti all’Agcom per l’esercizio delle funzioni delegate al Comitato regionale per le comunicazioni, somme derivanti dalla riduzione degli assegni vitalizi, somme derivanti dai risparmi ottenuti dal contenimento dei costi della politica per effetto della diminuzione degli emolumenti corrisposti ai consiglieri regionali”.

Riduzioni di stanziamenti “si evidenziano, tra l’altro, per le spese di indennità di funzione ai componenti del Consiglio regionale (30 mila euro), per le spese per assegni vitalizi e assegni di reversibilità (diecimila euro), per i rimborsi spese ai componenti del Consiglio regionale per missioni fuori dal territorio regionale (1.500 euro), per le spese per manifestazioni e celebrazioni pubbliche e per sedute consiliari speciali e straordinarie (duemila euro), per le spese per accordi di collaborazioni con istituti di ricerca (cinquemila euro), spese per la registrazione audio-video e la trascrizione delle sedute d’aula e delle commissioni (14 mila euro), spese per iniziative di comunicazione del Consiglio (15 mila euro), spese per manifestazioni della Commissione pari opportunità (cinquemila euro), partecipazione alle fiere sull’editoria (3.400 euro), spese connesse alle attività di valutazione delle politiche pubbliche (15 mila euro), spese per manutenzione ordinaria ed evolutiva del sistema informativo e del sito web del Consiglio regionale (20 mila euro).

Lo stanziamento finale di cassa del bilancio per l’esercizio finanziario 2019 è di 24,1 milioni di euro.

Share Button