Chiusura reparti ospedale di Matera, il dg chiarisce: “Solo cambiamenti organizzativi”

Non si vuol chiudere nulla. Sono solo cambiamenti organizzativi”. Il direttore generale dell’Asm di Matera, Polimeni, chiarisce in IV Commissione regionale sulla bufera che investito nelle ultime settimane la struttura sanitaria materana, tra allarmismi e timori per chiusure di reparti. Trovata “un’azienda sanitaria in panne per le note vicende giudiziarie”, ha detto Polimeni, è pronto “a presentare una profonda rimodulazione dell’atto aziendale”, tenendo conto che “nelle aziende sanitarie territoriali abbiamo anche i medici convenzionati” e che è possibile governare la sanità “puntando non solo sui medici dipendenti”.

Il Dg ha, poi, sottolineato che “abbiamo rivisto l’atto aziendale anche se non possiamo adottarlo senza i passaggi previsti” e che è anche “pronto un accordo decentrato per la medicina generale”. Riguardo, invece, alla necessità di fare assunzioni tramite concorsi “ci sono difficoltà perché si dimettono i membri delle commissioni” mentre sul pronto soccorso di Matera serve un progetto che risponda alle esigenze del territorio. Dobbiamo potenziarlo, prevedendo più metri quadrati. Polimeni ha poi detto di aver inviato all’assessore regionale al ramo, Rocco Leone, una nota formale “su una questione di massima priorità e cioè la mancanza della sala chirurgica nel blocco parto”.

Tra gli altri temi affrontati, anche quello delle liste di attesa: “In altre regioni il paziente oncologico rientra in agende dedicate, con una presa in carica totale e il suo accompagnamento nel percorso di cura. Non è facile perché il sistema è costruito in maniera diversa, ma ritengo si debba andare in tale direzione”. Riguardo ai paventati smantellamenti di reparti: “Si tratta solo di cambiamenti organizzativi. Non abbiamo chiuso nulla e non vogliamo chiudere nulla” mentre sulle criticità evidenziate dai pazienti diabetici “faremo i dovuti approfondimenti”.

Share Button