Vertenza ex Industrie del Basento: “Silenzio assordante”

Un silenzo assordante. E’ quanto denunciano le segreterie regionali lucane di Fim Fiom e Uil, a dieci anni dalla chiusura dello stabilimento Industrie del Basento, posto alla periferia di Potenza e sul quale si sono accavallati impegni regionali e comunali.

“Registriamo un nulla di fatto – è scritto in una nota, con riferimento alla paventata volontà mai concretizzata del gruppo Sinerfin, proprietario del sito, di realizzare un progetto industriale. “Ad oggi – è ribadiscono le sigle sindacali – non intravediamo quella concretezza necessaria al fine del mantenimento dell’impegno “non morale” e non solo sociale legato ad un accordo regionale che prevedeva la piena ricollocazione di tutte le maestranze. Ormai i lavoratori sono senza ammortizzatore sociale, senza nessuna tutela che consenta loro di vivere in maniera dignitosa.”

Chiesto un incontro urgente in Regione Basilicata con presenza della nuova Giunta comunale per discutere di questa vertenza e più complessivamente del valore dell’area industriale di Potenza.

Share Button