Sanità a Matera, Fials annuncia un sit-in al “Madonna delle Grazie”

Fials invita i cittadini e le forze politiche locali al presidio sotto l’Ospedale di Matera nel corso del quale sarà presentata una petizione per chiedere la rimozione della dirigenza dell’ASM.

E’ ancora la “cronica mancanza di personale” ad alimentare le preoccupazioni del personale sanitario materano, per questo la Fials locale ha indetto dalle 09.00 alle 14.00 di martedì un sit-in per protestare contro il “depotenziamento dell’Ospedale Madonna delle Grazie e di tutta la Sanità materana”.

A destra il dg dell’ASM Joseph Polimeni

“Medici, infermieri e oss sono ormai esausti e la Fials Matera protesta contro le scelte che la nuova dirigenza Asm sta assumendo, scelte che generano malumori tra lavoratori e cittadini e che determinano un progressivo declino della Sanità materana”.

Sono tanti i temi che la rappresentanza sindacale riporta in una nota per motivare la decisione del sit-in del prossimo 9 luglio: “La vertenza Progressioni Orizzontali, il caso Radioterapia, il tira e molla sulla Psichiatria e il caso Ginecologia sono tutte vicende che denotano una chiara e lampante mancanza di programmazione, con decisioni estemporanee prese unilateralmente dalla dirigenza Asm senza coinvolgere preventivamente le organizzazioni sindacali”.

Le problematiche secondo Fials riguardano anche la gestione dei presidi sanitari e l’assistenza ai pazienti diabetici, “tanto per citare solo alcune delle emergenze riscontrate dalle associazioni nella Sanità materana”.

Il sindacato ricorda che “in caso di riorganizzazione dei servizi di una azienda, dove si possano verificare ricadute sul personale, la stessa deve preventivamente informare le organizzazioni sindacali e attivare il tavolo di confronto presentando alle stesse un piano credibile su cui discutere, come previsto dal CCNL del 21 maggio 2018”.

FIALS Matera critica anche le modalità di nomina dell’attuale dg dell’Asm Polimeni decisa “nell’ultimo giorno di vita della passata amministrazione regionale con un atto capestro e arrogante voluto da un Governo regionale che ha posizionato i suoi uomini per garantire l’applicazione della legge di Riordino del SSR n. 2 del 2017 e che prevede appunto lo smantellamento della Sanità materana a favore dell’ospedale San Carlo di Potenza relegando l’ospedale Madonna delle Grazie di Matera ad un ruolo marginale”.

L’appello del personale rappresentato dalla Fials è rivolto alle “Istituzioni regionali” affinchè sia predisposto “con urgenza il budget assunzionale per dare la possibilità alle aziende di mettere fine alla grave carenza di personale”.

Stessa urgenza – ribadisce nella nota la segreteria materana di Fials – è richiesta anche per la nuova riforma del Sistema Sanitario Regionale,già avanzata durante il convegno promosso proprio dal sindacato il 29 giugno scorso nel corso del quale le istituzioni presenti hanno sottoscritto con i cittadini il Patto per la Salute.

 

Share Button