Estate in Puglia: è boom di turisti negli agriturismi

Estate 2019: primo bilancio delle vacanze in Puglia. Tutto esaurito nel mese di giugno. Complice anche il gran caldo

Dalle escursioni fino ai percorsi di degustazione. Ma anche mare e campagna. La Puglia per tutti in questi primi giorni d’estate. E a parlare sono i numeri: Lecce e Bari tra le mete preferiti per i vacanzieri che hanno scelto la Puglia per trascorrere le loro vacanze estive. Complice l’improvvisa ondata di caldo, tutto esaurito a giugno negli agriturismi. È quanto emerge dall’analisi di Coldiretti-Terranostra della Puglia sui dati delle prenotazioni, in calo a maggio per il maltempo, ma esplose a giugno per effetto dell’afa improvvisa. Regina della ricettività agrituristica e dell’ospitalità in campagna: Lecce, seguita da Bari, Foggia, Brindisi, Taranto e la provincia della BAT.

Sono il cibo e la molteplicità di attività possibili per trascorrere la giornata ad attirare i turisti stranieri e italiani negli agriturismi del tacco d’Italia, aggiunge Coldiretti Puglia, dall’equitazione, alle escursioni, dalle osservazioni naturalistiche al Trekking alla mountain bike. Oltre al relax nel verde, lontano dal traffico delle città, oggi chi sceglie l’agriturismo cerca anche una serie di attività sportive per rendere ancora più ricca la vacanza, i giochi per bambini, ma anche corsi di cucina e intrattenimenti culturali, le aree per campeggi fino agli agri-trattamenti di bellezza.

La gita in agriturismo è, infatti, anche l’occasione per far conoscere, soprattutto ai bambini, gli animali di fattoria ma anche assistere alle fasi di produzione dei prodotti: nelle masserie sono diverse le proposte offerte. I turisti infatti spesso possono assistere a tutte le fasi di produzione di un prodotto, mettere le mani in pasta per poi degustare. Non mancano in queste strutture anche luoghi dove poter acquistare prodotti made in Puglia realizzati a chilometro zero.

Share Button