Matera 2019. Confindustria Basilicata: fino a domenica l’Open Future di Happy Network e Readazione

Doppia presenza, questa settimana, negli spazi espositivi degli Ipogei di San Francesco. Ospiti della Capitale europea della Cultura, nell’ambito del progetto di Confindustria e Fondazione Matera Basilicata 2019 – “L’open future delle imprese italiane” – due importanti realtà che basano entrambe la propria idea di business su un binomio imprescindibile: condivisione e innovazione.

Happy Network è la rete di imprese, nata nel 2014, che mette insieme aziende di servizi che, pur diversificandosi e specializzandosi in termini di target, business, clienti e fatturato, hanno da tempo scelto di aprirsi a un’intesa costante e dinamica con le altre, attraverso cooperazione, collaborazione, unione d’intenti e attività comuni.

Lo scopo è unire sinergie, progetti e occasioni di crescita e sviluppo di aziende diverse tra loro, accomunate dalla voglia di intraprendere una diversa strada di potenziamento imprenditoriale. Non solo la specializzazione di ciascuna azienda, ma anche la forza di una serie di servizi ben coordinati, non solo l’alta professionalità delle risorse individuali, ma anche la capacità di operare fianco a fianco e per una mission comune. Sono questi i pilastri fondamentali del percorso di Happy Network.

“A Matera” fa sapere l’azienda “ci faremo conoscere attraverso le nostre immagini, il racconto e la lettura. Sarà il nostro modo per incoraggiare chi verrà a trovarci, e soprattutto i giovani, ad investire sul proprio futuro guardando con fiducia anche alle prospettive lavorative”.

Nasce invece con l’intento di realizzare un vero e proprio ponte tra le vecchie e le nuove generazioni per invogliare la conoscenza e la condivisione del sapere l’idea imprenditoriale di Readazione, società che offre servizi alle case editrici ma anche agli stessi lettori. Per le prime mette a disposizione una piattaforma digitale per la vendita di contenuti editoriali, con un’offerta fruibile anche con mobile app. Per il lettore, il servizio prevede non solo la possibilità di poter acquistare tali contenuti on line, ma anche di consultare un’edicola di riviste selezionate e periodicamente aggiornate, in maniera completamente gratuita. E non finisce qui: Readazione ha infatti una funzionalità aggiuntiva che consente di generare un codice di invio fotografando il QRcode di una rivista cartacea. Il contenuto sarà quindi pienamente condivisibile attraverso i canali messi a disposizione dalla App, in modo che possa generarsi un vero e proprio passa parola tra i lettori. In più in questo modo le più innovative tecnologie informatiche per la diffusione di contenuti editoriali non solo non mettono in discussione la carta, ma sono in grado di preservarla e valorizzarla.

“La nostra mission” spiega l’azienda “è invogliare conoscenza e condivisione della cultura. Per questo motivo abbiamo scelto di candidarci al progetto di Confindustria e Fondazione, sposando appieno le finalità dell’iniziativa”.

Durante la settimana di esposizione, gli Ipogei ospiteranno la presentazione di alcuni libri: in particolare, mercoledì 15 maggio, alle ore 19.00, verrà presentato il volume “Furono baci e furono sorrisi” di Fulvio Frezza, Florestano edizioni, che racconta il cantautore, il poeta, l’uomo che fu Fabrizio De Andrè. Verranno regalate, inoltre, alcune riviste.

Share Button