Vinitaly 2019: partita le 53esima edizione. Puglia e Basilicata protagoniste nel padiglione 11

Partita la 53esima edizione del Vinitaly di Verona, la fiera Internazionale dedicata al mondo dei vini e dei distillati. Da oggi domenica 7 aprile fino al 10, 4600 espositori provenienti da 35 Paesi, si faranno conoscere in un’area espositiva di circa 100 mila metri quadri.

In occasione della cerimonia inaugurale, sono stati ricordati i numeri della produzione italiana del settore del 2018: una produzione che ha visto in forte crescita l’esportazione di bollicine e spumanti principalmente nei mercati dell’est.

Una quattro giorni all’insegna dell’innovazione e della digitalizzazione per una Fiera che risponde ai bisogni del mercato sempre più globalizzato, riuscendo a trovare soluzioni e a far incontrare domanda e offerta utili a consumatori e produttori, come ha sottolineato il Presidente di VeronaFiere Maurizio Danese.

Presente anche a questa edizione la Puglia e la Basilicata nel padiglione 11.
La Basilicata con la sua collettiva composta da 27 aziende vitivinicole: una produzione, quella lucana, cresciuta in termini di qualità e riconoscimenti che tutto il territorio ha saputo raccontare. La Basilicata ha iniziato questa 53esima edizione del Vinitaly lanciando un grande appuntamento: quello che vedrà Matera protagonista, ad ottobre prossimo, del Congresso Nazionale di Assoenologi che ha scelto la Città dei Sassi per questo importante evento.
Anche le realtà pugliesi presenti grazie anche all’impegno di Regione Puglia e Unioncamere Puglia che hanno portato in questa edizione 2019, 126 aziende. Sono 400 le etichette di vini bianche, rossi e rosati che si faranno conoscere in occasione della fiera grazie ad incontri, workshop, showcooking.

Share Button