Coldiretti scenderà in piazza il prossimo 12 aprile “per chiedere soluzioni ai problemi del settore primario”

Continui ritardi nelle erogazioni dei premi comunitari, difficoltà a gestire le anomalie e agricoltori che rischiano di dover restituire milioni di euro. E’ la fotografia allarmante del comparto primario in regione segnalata da Coldiretti Basilicata che a Potenza ha incontrato i giornalisti, annunciando una grande manifestazione di protesta e proposta in piazza, nel capoluogo di regione, il prossimo 12 di aprile. Previsti migliaia di agricoltori e centinaia di trattori. Lo ha annunciato a Potenza il presidente regionale della Coldiretti, Antonio Pessolani. Nel corso dell’incontro – a cui ha partecipato il direttore regionale della Coldiretti, Aldo Mattia, e il presidente provinciale, Francesco Carbone – l’associazione degli agricoltori ha spiegato che sarà consegnato ai candidati alle prossime elezioni regionali un documento programmatico sullo stato del settore in Basilicata con “criticità – è emerso – evidenti, perché a prescindere da chi sarà al governo della Regione, ci sono problemi non più rinviabili, e noi non ci fidiamo di nessuno ma dialoghiamo con tutti”.

Share Button