- trmtv - http://www.trmtv.it/home -

Assemblee sindacali del personale ASM e nei presidi del materano: verso lo sciopero generale

Ancora in agitazione il personale dipendente del Comparto dell’Azienda Sanitaria Locale di Matera, ha espresso in una nota unitaria siglata dalle rappresentanze sindacali Fp Cgil, Cisl Fp, Uil Fpl, FSI-Usae, le risultanze delle assemble tenute sia nella sede centrale dell’azienda sanitaria che nei cinque presidi ospedalieri provinciali (Matera, Policoro, Stigliano, Tinchi e Tricarico).

“Le assemble” è sottolineato nella nota unitaria “hanno visto la partecipazione convinta delle lavoratrici e dei lavoratori di tutti i profili professionali, che hanno portato il loro contributo di conoscenza ed esperienza, oltre che manifestato un grande senso del dovere e di appartenenza, nonostante la difficile situazione nella quale si trovano ad operare, aggravata” sottolineano da quella che definiscono come “irragionevole. improvvida e vessatoria” decisione aziendale di sospendere, a decorrere dalle competenze del mese di marzo, l’erogazione degli emolumenti attribuiti a titolo di progressione economica orizzontale”.

“Da troppo tempo” lamentano i lavoratori “il malumore, la sfiducia e la disaffezione” causati da “spregiudicate gestioni aziendali effettuate nel tempo dagli organi di direzione solo per ‘esigenza di cassa’”.

Nel documento è anche sottolineato il permanere “di situazioni di irregolarità relative a mansioni e compiti impropri attribuiti, alcune volte in maniera ‘coercitiva’ altre volte, invece, a titolo di “gratificazione”, a dipendenti del Comparto oltre che “il perdurare della grave e cronica carenza di Personale Infermieristico e di supporto (OSS) in alcune unità dei diversi presidi ospedalieri che si ripercuote sui carichi di lavoro”.

Le Organizzazioni Sindacali hanno raccolto i diversi contributi elaborati nel corso delle assemblee oltre a portare avanti le diverse vertenze annunciano di voler proseguire il “percorso avviato per affrontare le evidenziate criticità” attraverso “l’attivazione delle opportune iniziative contrattuali con la mobilitazione dei Lavoratori al fine di sensibilizzare gli Organi competenti e l’opinione pubblica, visibilizzando lo stato di disagio oltre che dei Dipendenti dell’Azienda anche delle Organizzazioni Sindacali e della R.S.U. che li rappresentano, da conseguirsi attraverso: l’effettuazione di manifestazioni pubbliche (Presidi permanenti e Volantinaggi) e la proclamazione di uno sciopero generale del Personale dipendente del Comparto dell’ASM”.

Share Button