Carlo Cottarelli e Domenico Fanizza a Matera: “Rischi per l’economia italiana a partire dal prossimo anno”

A un anno esatto dalle elezioni politiche del 4 Marzo 2018, l’Italia sembra aver cambiato la sua politica economica. Le previsioni e le stime degli enti accreditati, vedono il bel paese in una condizione nebulosa dal punto di vista finanziario. E nella Capitale Europea della cultura si inizia a parlare anche di politica economica a livello Europeo ( anche in vista delle elezioni Europee) con una serie di incontri, grazie a diversi esperti del campo a livello internazionale, e portare a Matera una visione da costruire per il prossimo futuro. Il primo di questi appuntamenti, organizzato dalla Fondazione Eni Enrico Mattei a cura di Margareta Berg,presso Palazzo Viceconte, ha visto la presenza di Domenico Fanizza, executive director del Fondo Monetario Internazionale per Italia, Portogallo, Grecia e Malta, che ha reso chiaro che la contrazione del mercato a livello internazionale, porta l’Italia ad avere il fianco scoperto, sopratutto nel settore delle esportazioni. E con lui, Carlo Cottarelli, l’economista e attualmente direttore dell’Osservatorio sui conti pubblici, nonché proprio un anno fa fu incaricato dal Presidente Mattarella, ma solo per qualche giorno, alla formazione del nuovo esecutivo, prima dell’accordo Lega-5 stelle, stima grandi difficoltà per l’economia italiana per il prossimo anno, e auspica una aiuto diretto dell’Unione Europea per non ritornare a una nuova crisi economica.

 

 

 

Share Button