Basilicata: Consiglio regionale approva la Legge di stabilità

Potenza. Il Consiglio regionale della Basilicata ha approvato a maggioranza la “legge di stabilità regionale 2019” e il “bilancio di previsione pluriennale 2019-2021”, che prevedono entrate per 3,1 miliardi nel 2019, 2,4 miliardi nel 2020 e 1,8 miliardi per il 2021, “e uscite di pari importo nei tre esercizi finanziari”. La dotazione finanziaria – secondo quanto reso noto dall’ufficio stampa del Consiglio – per l’attuazione delle leggi regionali di spesa ammonta a circa 168 milioni di euro nel 2019, a 106 milioni nel 2020 e a 35 milioni di euro nel 2021, mentre per il rifinanziamento di leggi per interventi finalizzati allo sviluppo e di sostegno all’economia lo stanziamento previsto di 28 milioni di euro nel 2019, 13,5 milioni di euro nel 2020 e 20,6 milioni di euro nel 2021. Il concorso finanziario della Regione a programmi promossi e sostenuti con il contributo dello Stato ammonta a 880 mila euro nel 2019 e nel 2020, e a 800 mila euro nel 2021. Per le royalties petrolifere sono state stimate entrate nel bilancio regionale nel triennio 2019-2021 pari a 300 milioni di euro per le concessioni dell’Eni e 83 milioni di euro per le concessioni della Total, “che dovrebbe entrare in produzione del 2019”. Per gli interventi nel campo della sanità si prevede un finanziamento di 1,3 miliardi nel 2019, di 1,4 miliardi nel 2020 e di circa un miliardo nel 2021. Il Consiglio ha anche approvato alcuni emendamenti alla legge di stabilità regionale 2019.

Approvato a maggioranza il Documento di economia e finanza regionale (Defr) 2019-2021, “uno degli strumenti – secondo quanto reso noto dall’ufficio stampa dell’assemblea – della programmazione regionale che descrive le politiche da adottare, gli obiettivi della manovra di bilancio regionale ed espone il quadro finanziario unitario regionale di tutte le risorse disponibili per il perseguimento degli obiettivi della programmazione unitaria regionale, esplicitandone gli strumenti attuativi per il periodo di riferimento”. Il documento è diviso in due parti: nella prima “viene delineato il contesto di riferimento, anche tramite l’analisi di indicatori statistici, descrivendo lo scenario economico regionale nel quadro congiunturale nazionale e internazionale e viene descritto, altresì, il contesto programmatico e istituzionale regionale”. Nella seconda parte, invece, “sono riportati gli obiettivi strategici, organizzati per linee strategiche ed aree di policy, con la descrizione delle politiche regionali per Missioni di spesa e Programmi. Per ogni Programma sono indicate le risorse finanziarie stimate a disposizione della Regione e riportati i risultati attesi nel triennio”. Il Defr contiene anche lo “schema che rappresenta la coerenza tra le linee strategiche e le aree di policy con ciascuno dei 17 obiettivi di Agenda 2030, al fine di far emergere il contributo che le politiche implementate in Basilicata forniscono al raggiungimento dei target individuati a livello europeo”. Nel corso della riunione l’assemblea ha poi approvato a maggioranza il bilancio di previsione 2019 dell’Ater di Matera, una “variazione per maggiori entrate al Bilancio di previsione esercizio provvisorio 2019” dell’Ente Parco di Gallipoli Cognato e una “variazione per l’applicazione dell’avanzo vincolato presunto all’esercizio provvisorio 2019” dell’Arpab.

Share Button