Ex Clinica Luccioni. Summa (Cgil): disagio famiglie non più sostenibile

“Sono trascorsi ben due anni da quando è scoppiata la vertenza della ex Clinica Luccioni. A oggi lo stesso sostegno alla disoccupazione volge ormai al termine e i lavoratori e le loro famiglie sono arrivati a una condizione di disagio economico non più sostenibile.”

A ribadirlo in una nota è il segretario generale del sindacato Cgil Basilicata, Angelo Summa. “Il paradosso – ha evidenziato sulla vicenda del presidio privato potentino – è che pur essendo in presenza di una attività sanitaria i cui posti letto sono immediatamente disponibili, si continua ad approcciarsi alla vicenda con un atteggiamento di “ordinaria amministrazione” le cui conseguenze sono solo sulle spalle dei lavoratori che continuano a vivere in un limbo infernale di attesa senza riscontro.” Accuse, inoltre, lanciate all’indirizzo dell’assessore regionale in materia, Franconi, “la quale – ha dichiarato Summa – anziché occuparsi delle tante vertenze e criticità che attraversano la sanità lucana”, pare essere più presa dalla costruzione delle liste a sostegno del presidente uscente Pittella in vista delle imminenti elezioni pescando potenziali candidati dal comparto sanitario.

Share Button