Roma, Coldiretti in piazza per il futuro dell’agricoltura: “Non si può andare avanti con i rinvii”

Muraglia: “Lo scorso anno cancellato un milione di giornate di lavoro”
L’agricoltura è un settore strategico che senza interventi immediati rischia di trascinare giù l’economia del paese. Coldiretti scende in piazza a Roma per protestare soprattutto contro il prezzo troppo basso pagato ai pastori sardi per il loro latte, e contro i continui rinvii da parte del Governo delle misure promesse contro la Xylella e per il ristoro dei danni causati dalle gelate di marzo 2018 in Puglia. Nel 2018 a causa delle gelate e della Xylella si è perso un milione di giornate di lavoro, ribadisce il presidente di Coldiretti Puglia Savino Muraglia. “Sulla Xylella tra negazionismi appoggiati anche dalla politica, e rimpalli di responsabilità, la burocrazia dà il colpo di grazia all’olivicoltura salentina morente, dove gli agricoltori non sanno cosa fare, non possono espiantare gli alberi secchi e non possono reimpiantare, perdendo anni, reddito, futuro, vita e lavoro in campagna. E anche sulla Xylella il ritiro del decreto Centinaio dalla Conferenza Stato-Regioni ha fatto perdere solo tempo, perché di modifiche sostanziali non ce ne sono state”.

 

Share Button