Cgil, Cisl e Uil in piazza contro la politica economica del Governo

I sindacati in piazza a Roma per una manifestazione nazionale con lo slogan ‘Futuro al lavoro’, per sostenere proposte unitarie su crescita, sviluppo, lavoro, pensioni e fisco, e chiedere al governo di cambiare la politica economica.

“Singolare che Di Maio incontri i gilet gialli ma non i sindacati italiani”, dice Landini.

In piazza anche una delegazione Confindustria: dalla Romagna e Basilicata gli industriali contro stop a trivelle

Industriali al fianco dei sindacati, alla manifestazione nazionale di Cgil Cisl e Uil perchè – sottolineano “siamo tutti insieme, siamo tutti preoccupati allo stesso modo”.

La protesta, e la decisione di aderire alla manifestazione dei sindacati parte da Confindustria Romagna dove è forte la preoccupazione per lo stop alle trivelle inserito dal Governo nel Dl Semplificazioni.

Gli imprenditori arrivati da Ravenna per sfilare in corteo sono una trentina, altri arrivano dalla Basilicata, da aziende del settore dell’Oil & Gas.

Hanno portato un manifesto: “Investiamo nel gas naturale italiano, meno inquinamento, meno spesa, più lavoro. Sì al gas naturale italiano” Sono accanto ai sindacati, sottolineano – a parlare è Ermanno Bellettini, responsabile delle risorse umane della Rosetti Marino – perchè “se non c’è crescita non c’è lavoro, e se soffrono i lavoratori soffrono anche le imprese. Siamo insieme, siamo tutti preoccupati”. E sul nodo trivelle: “Non capiamo perchè c’è questo accanimento contro questo settore”.

Share Button