Ex Ilva, sopralluogo della Uilm in fabbrica: “Impianti datati, urge intervento”

Bisogna intervenire con urgenza sugli impianti. Datati e poco sicuri. E’ la priorità per la Uilm nazionale, alla luce del sopralluogo nell’ex Ilva di Taranto. “Arcelor Mittal – commenta il segretario generale, Palombella – se vuole davvero raggiungere i livelli produttivi annunciati – faccia interventi straordinari, per gli impianti in marcia e per quelli fermi per le questioni ambientali, a partire dall’Afo5, simbolo di Taranto ed il più grande in Europa”.

In termini di sicurezza, all’indomani dell’infortunio in Afo1 per un 43enne ustionato alle gambe per un getto d’acqua bollente, Palombella afferma: “Gli incidenti non sono casuali, e non sono colpa del lavoratore, ma si innestano tanti fattori”.

Infine, “ogni incremento produttivo corrisponda a un numero di lavoratori in entrata nello stabilimento dall’amministrazione straordinaria, e non da imprese estere”.

Share Button