Basilicata. Tavolo Tempa Rossa: accelerare sulle intese per l’occupazione

Accelerare sulle intese per l’occupazione. E’ questo l’invito formalizzato dal Prefetto di Potenza, Giovanna Cagliostro, durante il tavolo convocato alla presenza delle parti interessate sul futuro del sito petrolifero ormai pronto a partire di Tempa Rossa.

Sotto la sede prefettizia, presidio dei lavoratori che l’8 gennaio scorso avevano già manifestato presso il Dipartimento regionale alle Attività Produttive per chiedere chiarezza sul sostegno al reddito e sulle nuove assunzioni tra Total e indotto.

Intorno allo stesso tavolo, l’assessore regionale in materia Cifarelli ed i vertici della multinazionale francese hanno ribadito gli impegni intrapresi nell’ultimo incontro che ha portato all’allargamento dei beneficiari della somma di 2.400 euro, con inclusione dei lavoratori che hanno cessato l’attività per la costruzione del Centro Oli dal 1 maggio 2018: bonus – è emerso – stato ottenuto da 69 persone. Resta invece da definire l’erogazione del premio di produzione, su cui l’azienda responsabile dell’indotto Tecnimont fornirà un elenco dettagliato sullo stato dell’arte.

Nell’incontro, cui hanno partecipato anche comitati civici e rappresentanze dei lavoratori, si è discusso sopratutto di dare prospettiva con l’impiego delle unità territoriali nell’estrazione del greggio, ancora in attesa degli ok dal Dipartimento Regionale all’Ambiente.

A ribadire il capitolo formazione sono state le sigle sindacali Cgil, Cisl e Uil. In merito, la Total e la Tecnimont realizzeranno 5 aule dedicate per continuare nel percorso definito, inoltre hanno relazionato un primo report sul database Tempa Rossa, ritenuto indispensabile per raccogliere i profili professionali locali. Fin’ora sono stati inviati 238 curriculum dalle maestranze e 8 dalle imprese. Le parti si aggiorneranno con il tavolo tecnico del 31 gennaio in Regione. Altro passo in avanti verso la definizione del Patto di sito.

Share Button