Traffico passeggeri su aeroporti Bari e Brindisi: anno da record per Aeroporti di Puglia

Numeri da record. Sono 7,5 milioni , di cui 5 milioni solo su Bari, i passeggeri che nel 2018 hanno viaggiato in aereo. Aeroporti Puglia raggiunge così il suo record: numeri che dimostrano come sia l’attrattiva della terra, la Puglia, sia i nuovi collegamenti, hanno contribuito a raggiungere questo traguardo. Per il Presidente, Tiziano Onesti, “anche il 2019 nasce all’insegna dello sviluppo del traffico e dell’apertura di nuovi mercati”. Il 2018 è stato per gli aeroporti pugliesi un anno straordinario, segnato da risultati frutto dell’eccellente lavoro svolto sul piano del potenziamento dei collegamenti e della qualificazione della rete aeroportuale. Complessivamente, su Bari e Brindisi, i passeggeri in arrivo e partenza sono stati oltre 7,49 milioni – dato mai raggiunto – con un incremento del +7,2% rispetto al dato del 2017. Su base annua il traffico di linea, tra Bari e Brindisi, è cresciuto del +7,4%; ancor più netto l’incremento per la linea internazionale che, con 2,65milioni di passeggeri, ha segnato un + 18,2% rispetto al 2017. Il consuntivo del traffico 2018 su Bari e Brindisi testimonia l’eccellente lavoro svolto, in raccordo con la Regione, per sviluppare i collegamenti e migliorare la capacità attrattiva della Puglia . Risultati che nascono da una strategia attenta e premiante per il traffico aereo, per l’industria turistica e, più in generale, per il sistema economico. Grande l’attenzione dedicata allo sviluppo del network internazionale: il 2018 si è caratterizzato, infatti, per l’avvio di numerosi collegamenti, tutti importanti, su Bari e Brindisi. Tra questi il volo per Mosca, lungamente atteso, che oltre ad aver migliorato l’accessibilità da un mercato con un alto potenziale di crescita, ha rinsaldato, in chiave di modernità e efficienza, gli storici legami con il popolo russo. La designazione – prima in Italia – della rete aeroportuale pugliese, l’individuazione di Taranto Grottaglie quale primo spazioporto in Italia destinato a accogliere voli suborbitali, la definizione dell’iter amministrativo per il prolungamento della pista di volo dell’aeroporto di Foggia, sono segni tangibili di un’attenta programmazione degli interventi finalizzati allo sviluppo integrato e sistemico delle infrastrutture aeroportuali. Una pianificazione di attività che proseguirà anche nel 2019 e che troverà collocazione in un piano strategico che individua le direttrici di sviluppo verso nuovi importanti mercati. “Quando l’impegno è sinergico e gli obiettivi sono chiari i risultati si vedono – ha dichiarato l’assessore all’industria turistica e culturale Loredana Capone – L’anno record per Aeroporti di Puglia è il risultato di una strategia messa a segno dalla Regione Puglia con Aeroporti di Puglia per sviluppare i collegamenti nazionali e internazionali”.

Share Button