Coldiretti: agricoltori denunciano l’assenza di misure per l”olivicoltura nella Legge di Stabilità

25 milioni di ulivi compromessi in zone particolarmente vocate hanno fatto crollare il raccolto in 200 milioni di chili, un valore vicino ai minimi storici. Colpite importanti aree del Paese, a partire dalla Puglia dove si realizza la maggior quantità di olio italiano; si contano 90mila ettari di uliveti senza produzione, con un taglio di circa 2/3 del raccolto. A denunciarlo, le migliaia di agricoltori della Coldiretti che si sono dati appuntamento in via XX Settembre, davanti Ministero delle Politiche Agricole, per denunciare l’assenza di misure in favore dell’olivicoltura nella Legge di Stabilità 2019 dopo un anno shock. Mentre, nel corso della manifestazione, il presidente di Coldiretti Ettore Prandini attacca la Regione Puglia sulla questione Xylella. E’ l’olio extravergine di oliva Made in Italy a subire gli effetti più pesanti del cambiamento climatico: crolla la produzione nazionale di olio di oliva e aumentano gli arrivi dall’estero, con il risultato che oltre due bottiglie su tre vendute in Italia nel 2019 conterranno prodotto straniero. Il rischio per i consumatori è che nelle bottiglie, magari vendute sotto marchi italiani ceduti all’estero o con l’etichetta della grande distribuzione, si trovi olio tunisino, spagnolo o greco. A livello nazionale occorre stringere le maglie ancora larghe della legislazione con la riforma dei reati in materia agroalimentare. Oggi sulle confezioni, precisa la Coldiretti, è praticamente impossibile leggere le scritte “miscele di oli di oliva comunitari”, “miscele di oli di oliva non comunitari” o “miscele di oli di oliva comunitari e non comunitari” obbligatorie per legge nelle etichette dell’olio di oliva dal primo luglio 2009. Per non cadere nella trappola del mercato, il consiglio è di diffidare dei prezzi troppo bassi, guardare con più attenzione le etichette e acquistare extravergini a denominazione di origine Dop, quelli dove è esplicitamente indicato che sono stati ottenuti al 100% da olive italiane.

Share Button