Rendiconto sociale Inps 2017. Pensioni invalidità: al Sud più che il doppio del Nord

Presentato dall’Inps nel Palazzo Giustiniani del Senato il rendiconto sociale 2017

Nel corso dell’iniziativa sono stati illustrati diversi dati, tra cui quelli relativi al flusso finanziario complessivo annuo, alle entrate contributive, alle spese per le prestazioni istituzionali, alle pensioni e alle domande di REI raccolte nel 2018.

Dai dati del 2017 è emerso che al Sud il numero di pensioni di invalidità rispetto agli abitanti è più che doppio che al Nord. Nel 2017 le pensioni di invalidità erano 932.289, -3,3% sul 2016. Il rapporto di tale prestazione con la popolazione residente è del 2,4% al Nord, del 3,2% al Centro e del 6,7% al Sud e Isole. L’Inps fa sapere inoltre che fra il 2012 e il 2017, per le donne, le pensioni di anzianità sono aumentate rispetto a quelle di vecchiaia e le hanno superate di numero.

Il divario economico tra il Nord è il Sud del Paese è inoltre certificato dal numero delle domande di Reddito di inclusione. Su un totale di quelle presentate al 30 settembre di quest’anno (787.982) la forte incidenza della povertà assoluta nelle regioni meridionali è rilevabile da 252.269 domande accolte che rappresentano il 67,1% del totale nazionale a fronte del 14,1% di quelle accolte nelle regioni centrali e del 18,7% di quelle settentrionali.

Share Button