Zes Puglia Basilicata, arrivano le osservazioni del Ministero del Sud: ancora ritardi

Zona Economica Speciale, dopo la presentazione dei pianti strategici delle regioni Puglia e Basilicata, arrivano le osservazioni del Ministero per il Sud , a cominciare da quelle contenute nel parere del Ministero dell’economia e delle finanze. Il Mef infatti evidenzia come le incentivazioni fiscali richieste siano in contrasto con l’articolo 23 della Costituzione e con la disciplina europea in materia di aiuti di Stato. Inoltre, sottolinea sempre il Mef, non si può accogliere la richiesta di riduzione del costo delle accise sull’energia in quanto in contrasto con le direttive europee recepite dalla legislazione italiana. A queste abbiamo si aggiungono osservazioni di carattere generale, come la disomogeneità tra i piani proposti dalle due Regioni, persino sulla perimetrazione delle aree, o la scarsa definizione delle semplificazioni amministrative proposte e delle modalità di cooperazione interregionale. Non sono stati indicati neanche i nomi dei rappresentanti delle Regioni Puglia e Basilicata nel comitato di indirizzo delle ZES.

Il commento dell’ Associazione Zes Lucana “Taranto-Basilicata”

Share Button