Mezzogiorno. Anche Svimez è critica sugli impatti della manovra 2019

Il direttore dell’associazione per lo sviluppo dell’industria nel Mezzogiorno, Luca Bianchi nella sede romana della Stampa Estera presenta il Rapporto 2018 sull’economia con un focus dedicato agli impatti della manovra nell’area del sud Italia

“Svimez stima per il 2019 una crescita ancora debole e con un modesto recupero del Sud, trainato da incremento dei consumi” . Nel corso dell’incontro è stato inoltre sottolineato che “in assenza di una significativa ripresa degli investimenti viene limitata l’efficacia espansiva delle misure redistributive”.

La manovra del Governo infatti secondo l’associazione si concentra “su interventi di Welfare con il Reddito di Cittadinanza e Quota 100” mentre non presenta impatti significativi sugli investimenti.

Secondo quanto osservato da Bianchi invece “un Paese indebolito, che è fermo e non riesce a investire sul suo futuro, inevitabilmente amplia le diseguaglianze tra chi è più forte e chi rimane indietro”, per il direttore della Svimez l’unica manovra in grado di smuovere la crescita è quella incentrata sugli investimenti, che tra l’altro “avrebbe impatto molto più basso sul rapporto Deficit/Pil”.

Share Button