Acqua. Pietrantuono: in Basilicata, 27 milioni dall’Ue per sedici interventi

Sono complessivamente 16 gli interventi per la grande adduzione primaria e il mantenimento e ripristino delle capacità di immagazzinamento di invasi della Basilicata ammessi ai finanziamenti europei, per un ammontare di 27 milioni di euro dal Po-Fesr e dal Fsc 2014-2020: lo ha reso noto, attraverso l’ufficio stampa della giunta regionale, l’assessore alle infrastrutture Francesco Pietrantuono.

E’ stato inoltre approvato lo schema di Accordo di Programma tra la Regione Basilicata e l’Eipli, il Consorzio Asi Potenza, il Consorzio Asi Matera, e il Consorzio di Bonifica della Basilicata. Dei 16 interventi, sette riguardando l’aumento della capacità d’invaso e la messa in sicurezza delle dighe, e nove puntano a migliorare la grande adduzione per eliminare dispersioni e aumentare le disponibilità di acqua. “Un programma di particolare importanza, frutto di una sinergia fra le parti, che – ha evidenziato Pietrantuono – si aggiunge a quanto previsto dal progetto di efficientamento energetico che interesserà il servizio idrico integrato, collettamento e depurazione e agli interventi per il ripristino delle reti di distribuzione della nostra Regione”. “Vogliamo rendere sempre più snelle e veloci – ha concluso l’assessore – la fase di autorizzazione provvisoria per la progettazione e la realizzazione di impianti. Tutto questo sarà molto importante anche dal punto di vista dell’economia e dell’occupazione, dal momento che apriremo molti cantieri in tutto il territorio lucano”.

Share Button