Matera. Chiusura “Gazzetta del Mezzogiorno”, si moltiplicano gli appelli all’editore - trmtv

Matera. Chiusura “Gazzetta del Mezzogiorno”, si moltiplicano gli appelli all’editore

Il presidente del Consiglio regionale della Basilicata, Vito Santarsiero unisce il suo, ai diversi appelli che in questi giorni stanno arrivando da più parti, all’indirizzo dell’editore dello storico quotidiano pugliese: “Chiediamo alla direzione e all’azienda di rivedere la decisione sulla chiusura della sede materana della Gazzetta del Mezzogiorno”.

Vito Santarsiero in Consiglio Regionale di Basilicata

Anche Santarsiero ritiene “tale atto”  molto penalizzante “per la nostra regione, sia per la qualità del servizio giornalistico da sempre offerto dalla testata, sia per l’impoverimento della informazione nella nostra comunità, che si somma alla difficoltà nella diffusione dei quotidiani nei nostri piccoli Comuni”.

Secondo il presidente dell’assemblea regionale lucana “l’informazione costituisce uno strumento indispensabile per la crescita civile delle nostre piccole comunità e riteniamo che la Gazzetta del Mezzogiorno non può sottrarsi al dovere civico di stimolare un senso di appartenenza e un dibattito tra le forze vive del territorio. Ci sentiamo di aggiungere che un giornale non può solo fermarsi ai bilanci economici, vi è anche un bilancio sociale di cui un organo di informazione che porta nella testata la parola ‘Mezzogiorno’ non può non tener conto nelle sue scelte. Pare peraltro paradossale” conclude il presidente del Consiglio regionale lucano “che la comunità materana debba essere privata alla vigilia dell’avvio dell’anno in cui sarà capitale europea della cultura, di uno strumento senza il quale la cultura si impoverisce”.

Salvatore Adduce – presidente Fondazione Matera – Basilicata 2019

Anche Salvatore Adduce, che della Fondazione Matera-Basilicata 2019 è presidente, ha scritto il suo sconcerto per la decisione che “per quanto possa essere motivata sotto il profilo economico, risulta quanto mai inopportuna soprattutto in una fase così importante come quella che Matera si prepara a vivere”.

Adduce rivolgendosi sia all’editore, Domenico Ciancio Sanfilippo che al direttore, Giuseppe de Tomaso nell’esprimere “solidarietà ai giornalisti tutti a cominciare dai tanti giovani corrispondenti fino alle firme importanti che in questi anni hanno fornito qualità professionale al lavoro prezioso per il nostro territorio” ha chiesto “di riconsiderare la decisione per assicurare alla nostra città e alla nostra provincia il mantenimento di una voce dell’informazione che appartiene alla storia del giornalismo, il mantenimento di un vero e proprio presidio territoriale di democrazia”.

Angelo Tortorelli – presidente Camera di Commercio Matera

Angelo Tortorelli, dall’ente camerale materano offre la disponibilità di alcuni locali della Camera di Commercio per ospitare i giornalisti da subito e fino al 31 dicembre del 2019. Tortorelli commenta così la vicenda: “L’imminente chiusura della redazione di Matera […] è una di quelle notizie che lasciano l’amaro in bocca soprattutto perché tale scelta aziendale sembra essere giustificata da quello che appare un ‘conto della serva’”

Share Button