Nuovo documento unitario sindacati: “Governo lucano si confronti su lavoro e sviluppo”

Un nuovo documento unitario per il lavoro e lo sviluppo atto a rilanciare il confronto con la Giunta regionale. E’ l’intento delle segreterie confederali di Cgil, Cisl e Uil Basilicata, riunite a Potenza per approvare e sottoscrivere nero su bianco i temi già affrontati con il “Manifesto per il lavoro – Basilicata 2020” presentato nel novembre 2015.
Al Museo Archeologico Provinciale, tra gli altri, presenti i segretari generali Summa, Gambardella e Vaccaro, insieme ai rispettivi militanti delle singole categorie per vagliare i sette punti della proposta: Industria 4.0, petrolio e automotive, forestazione, infrastrutture, Matera 2019, legalità e appalti, welfare, precariato.
Il documento sarà inviato alla Giunta lucana con la richiesta di riaprire il tavolo di negoziazione. Discussa, inoltre, la campagna per la riforma delle pensioni, punto all’ordine del giorno e che vede le sigle impegnate nella difficile interlocuzione con il governo nazionale.
Secondo Cgil, Cisl e Uil, “il mondo sindacale non può che affrontare con analisi e proposte le questioni ritenute essenziali allo sviluppo, da porre alla base di un confronto istituzioni-sindacati, che si traduca in scelte che incidono sulla ripresa dell’economia, del reddito e del lavoro in Basilicata. Occorre una energica manovra di politica economica regionale, coerente, proiettata in avanti e governata socialmente per aprire una fase nuova nel tempo della grande trasformazione e delle sfide globali che investono il Paese e il Mezzogiorno”.
Share Button