Basilicata. Ci sono oltre 3 milioni e mezzo di euro per l’agroalimentare lucano

Tre milioni e 600 mila euro per la valorizzazione e la promozione dell’agroalimentare lucano: ieri sono stati firmati presso il Dipartimento regionale Agricoltura, i provvedimenti di concessione per i 18 raggruppamenti ammessi a finanziamento per la Misura 3.2 del Psr Basilicata 2014/2020 dedicata a ‘Informazione e promozione sui regimi di qualità dei prodotti agricoli e alimentari’.

Lo ha reso noto l’assessore regionale, Luca Braia. “Una strategia regionale in modalità aggregata con progettualità condivise e una visione di sistema: per questo” ha evidenziato Braia “abbiamo chiesto ai 18 raggruppamenti di produttori partecipanti al bando, da subito, di programmare le attività di promozione in maniera pluriennale, definire gli obiettivi da raggiungere e i target dei consumatori a cui rivolgersi, razionalizzare gli investimenti facendo sistema e legando le promozioni in maniera inscindibile al territorio di Basilicata. Sarà parte integrante della programmazione un progetto di educazione alimentare regionale e una iniziativa di carattere nazionale, da organizzare in vista di Matera 2019 che riesca a raccontare in maniera congiunta l’agroalimentare di Basilicata, l’agricoltura e le sue eccellenze”. Braia ha quindi specificato che sono 18 le istanze ammesse e finanziabili per un importo pari a oltre 3,6 milioni di euro, che prevedono programmi articolati e progettualità di promozione dell’agroalimentare di qualità della nostra regione che i beneficiari organizzeranno sia autonomamente ma anche condividendo, strategicamente, le iniziative regionali di partecipazione collettiva a fiere, l’organizzazione di eventi dedicati, programmi di educazione alimentare ed attività di incoming/educational”.

Share Button