Verona. Al via la sesta edizione di Mirabilia, borsa del turismo culturale dei siti Unesco

13 città italiane, 80 buyer, 300 seller. Questi sono solo alcuni dei numeri dell’edizione 2017 di Mirabilia, la borsa del turismo culturale che riunisce i siti UNESCO minori d’Italia e che, nell’arco di 6 edizioni, sta conquistando l’Europa, attraverso un’azione in rete delle Camere di Commercio.

L’iniziativa, infatti, vede come capofila l’ente camerale di Matera che, quest’anno, a Verona incassa la fiducia del presidente provinciale Riello, il quale ha voluto ampliare il format aprendolo anche all’enogastronomia e all’artigianato artistico, settori importanti nel Veronese, oltre che al turismo.

È così nato il premio nazionale “Art in Art”, dedicato alla migliore opera d’arte realizzata dagli artigiani provenienti dai territori delle Camere di Commercio che aderiscono a Mirabilia, che quest’anno è andato al materano Luca Colacicco, selezionato, non senza fatica, da una giuria presieduta da Milo Manara.

Dopo la cerimonia inaugurale coi presidenti camerali di Verona e Matera, Riello e Tortorelli, la premiazione – e prima del momento b2b – la prima delle due giornate di Mirabilia ha proposto una tavola rotonda intitolata “Quando la rete culturale” incontra il turismo, alla quale sono intervenuti Evelina Christillin di Enit, il vicepresidente UEFA e direttore generale Figc, Michele Uva, il segretario generale di Unioncamere, Giuseppe Tripoli. A chiudere, l’intervento del presidente Unioncamere, Ivan Lobello.

Share Button