FIOM Cgil su Ilva, Bosch e altre vertenze: “Governo intervenga con CDP”

52 casi di crisi industriale in Puglia, di cui 22 a Taranto, 10 a Brindisi, 8 a Bari 6 a Foggia, 5 a Barletta Trani, 1 a Lecce. Su tutte, la vertenza Ilva con 4149 lavoratori interessati da ammortizzatori sociali e cioè il 56,8 per cento dei lavoratori in Puglia. Dati riepilogati dalla FIOM Cgil, in un incontro davanti alla Bosch di Bari.

All’industria 4.0 i sindacati rispondono con il modello Lavoro 4.0 basato sulla giustizia sociale e la democrazia sindacale. “L’innovazione non sia a discapito del lavoratore – dichiara Francesca Re David, segretario generale FIOM Cgil – Il Governo intervenga subito, attraverso la Cassa Depositi e prestiti e con un modello che vincoli le multinazionali”.

“Si esce dalla crisi se si investe su innovazione, ricerca e formazione – aggiunge Re David – questo vale anche per l’Ilva, senza trascurare l’urgenza della compatibilità ambientale”.

Share Button