Potenza, al via progetti di Reddito Minimo d’Inserimento

Il Reddito Minimo d’Inserimento prende corpo anche nella Città di Potenza. A beneficiarne una platea di 388 persone, tra ex lavoratori mobilità in deroga già coinvolti da tirocini formativi e inoccupati che saranno impiegati in 32 progetti di pubblica utilità per un periodo di 36 mesi.

I dettagli sono stati illustrati alla stampa presso il Palazzo comunale, dal sindaco De Luca e l’assessore ai Servizi Sociali Errico, insieme all’agenzia regionale Lab, l’assessore lucano alle Attività Produttive, Cifarelli, e due soggetti coinvolti: Acquedotto Lucano e ACTA, entrambe partecipate comunali.

In particolare, saranno 17 i progetti subito avviati. AQL impiegherà il “nuovo personale” sull’aggiornamento dell’anagrafica stimata in 40 mila utenze al servizio del capoluogo, mentre l’azienda deputata al servizio di raccolta ha già annunciato la prima messa in attività, dal prossimo 12 ottobre, delle prime 10 unità e che in totale saranno 45. L’assessore Errico, inoltre, ha sottolineato la difficoltà dell’Ente nel contattare tutti i beneficiari, rimasti al palo per circa 3 anni in attesa del provvedimento e che forse hanno trovato altra destinazione.

Share Button