Boccia: “La Puglia può essere la nuova culla del’Ict, non solo italiano”

Il presidente della Commissione Bilancio della Camera al Politecnico di Bari spinge sulla web tax: “Chi produce in Italia deve pagare le tasse qua”

Una industria digitale pugliese che ha ottime possibilità di crescita ma che deve essere supportata dagli investimenti. Al Politecnico di Bari confronto tra il rettore Di Sciascio e l’onorevole Francesco Boccia, che spinge sulla web tax per le multinazionali.

Una nuova frontiera per la Puglia sulla sponda digitale. Lo sostiene il presidente della Commissione Bilancio della Camera Francesco Boccia che su questo si è confrontato con il il rettore del Politecnico di Bari Eugenio Di Sciascio nel corso del convegno italiano su ICT e smart cities in corso nel campus barese. Un rilancio che deve essere fatto grazie a risorse che per Boccia devono venire anche dalla web tax, su cui l’Italia sta spingendo insieme ad altri paesi europei.

Una industria digitale che per il rettore del Politecnico di Bari Di Sciascio deve passare da investimenti importanti nel settore per le imprese pugliesi.

Share Button