Bicentenario Polizia Penitenziaria in Basilicata: Aumentare unità in servizio

Una analisi sullo stato dell’arte in Basilicata tra vecchie e nuove esigenze del corpo. E’ quanto avvenuto presso il Teatro Stabile di Potenza, in occasione delle celebrazioni per il bicentenario della Polizia Penitenziara, promosse dal Sindacato di Polizia Penitenziaria SAPPE e Associazione Nazionale Polizia Penitenziaria ANPPE.

Presenti i vertici e personalità istituzionali, tra gli altri, il presidente del Consiglio regionale, Mollica, il quale ha invitato il governo centrale nell’assolvere alle richieste di riorganizzazione e tutela del personale attivo nel settore.

Nonostante una situazione gestibile sul fonte dell’affollamento delle strutture, il segretario regionale lucano, Saverio Brienza, ha evidenziato il problema dei vari episodi di aggressione, principalmente da parte dei detenuti con problemi psichici, e la necessità di migliorare le strutture esistenti e incrementare le unità in servizio. Secondo il segretario generale del Sindacato Autonomo di Polizia Penitenziaria, Donato Capece, risultano grave il taglio di 8 mila uomini e davvero inaccettabile il provvedimento, attraverso il Ministero della Giustizia, di aumentare i salari di circa l’80% in favore dei detenuti mentre da anni è fermo il rinnovo del contratto del personale penitenziario.

Share Button