Ferrosud, prosegue lo sciopero

Prosegue lo sciopero dei lavoratori della Ferrosud di Matera. Venerdì seconda giornata di mobilitazione davanti ai cancelli dello stabilimento. Il progetto Blu Train, a cui Ferrosud nel prossimo mese di ottobre dovrebbe cedere un ramo d’azienda, non convince lavoratori e sindacati che chiedono garanzie su investimenti e occupazione. Nella sede materana della Cgil, nella mattinata di sabato, proprio per un esame della vertenza, si è tenuto un incontro tra i rappresentanti di Fim, Fiom e Uilm e Cgil, Cisl e Uil con i parlamentari Maria Antezza e Ludovico Vico e l’assessore lucano alle attività produttive Roberto Cifarelli. Nel corso dell’incontro si è richiesta trasparenza in merito alla questione e si è sollecitata la convocazione di un tavolo al ministero dello Sviluppo economico. In tal senso piena disponibilità da parte dei parlamentari sempre vicini ai lavoratori e che già in passato si sono adoperati per la convocazione di un tavolo al Mise. “Necessario, si è detto, nell’attesa che Confindustria convochi sindacati e Ferrosud per delucidazioni riguardo al fitto di ramo d’azienda, un vero e proprio scouting d’impresa affinchè si possa trovare chi realmente intenzionato ad investire nella storica azienda materana operante nel settore della costruzione e manutenzione di materiale ferroviario e che ha un organico di un centinaio di addetti altamente specializzati. Da parte dell’esponente della giunta lucana, che ha ricordato gli impegni finanziari dell’ente soprattutto riguardo la tratta Ferrosud – Casalsabini, la conferma della disponibilità ad un incontro in regione teso sempre alla convocazione del tavolo al Mise.

Share Button